Cosmetici Bach Lorenz e Salvia Officinalis


I cosmetici BACH LORENZ contengono acqua attiva, ottenuta dalla distillazione in corrente di vapore delle sommità fresche di Salvia officinale, coltivata secondo natura e tradizione nel podere di famiglia.

Dalla distillazione della salvia officinale, oltre all’olio essenziale, si ricava anche l’idrolato di salvia (o acqua di salvia) che trova impiego soprattutto in cosmesi e per la realizzazione di trattamenti di bellezza fai da te.

L’idrolato di salvia (o acqua di salvia) è il prodotto secondario che si ottiene dalla distillazione in corrente di vapore delle foglie di salvia: grazie a questo procedimento, che avviene grazie a un alambicco, si ottengono l’olio essenziale e l’idrolato di salvia. 

Cellula vegetale
La distillazione in corrente di vapore avviene portando ad ebollizione l’acqua (solvente) che contiene la matrice ( nel nostro caso sommità fresche di Salvia). Gli apparati vegetali (cellule) che la compongono subiscono una letterale rottura; in questo modo, le microgoccioline di olio essenziale in esse contenute evaporano insieme al vapore acqueo.

Oli essenziali
A questo punto, il vapore “arricchito” viene convogliato in un apposito refrigerante, indispensabile per condensare la miscela (il vapore ritorna liquido). Il fluido ottenuto viene ora raccolto in un contenitore – chiamato imbuto separatore – che divide l’essenza (fase oleosa) dall’idrolato (fase acquosa detta appunto acqua profumata).

Olio essenziale di salvia officinale

Distillazione oli essenziali

Le foglie e le sommità fiorite della salvia officinale contengono dal 4.5 al 6.3% circa di olio essenziale composto da tuione (dal 40 al 60%), canfora (dal 5 al 22%), cineolo (dal 5 al 14%), cariofillene (circa il 10%) e limonene (circa il 6%).

L’utilizzo di quest’olio è consentito previa diluizione, deve comunque essere limitato nel tempo e l’uso interno è raccomandato solo sotto controllo medico. Bisogna inoltre tenere presente che, come molti oli essenziali, contenendo limonene può presentare un rischio di allergie nei soggetti predisposti.

Fatte queste opportune precisazioni, l’olio essenziale di salvia officinale opportunamente diluito può essere impiegato per diversi disturbi. Innanzitutto ha proprietà antivirali, antibatteriche e antimicotiche, che vengono sfruttate per curare, tra l’altro, l’herpes labiale e le infezioni da Candida albicans. Svolge inoltre un’azione espettorante e mucolitica e viene utilizzato diluito per effettuare massaggi sulla parte superiore della schiena in caso di influenza e disturbi delle vie respiratorie, come sinusite e bronchite.

Colagogo e coleretico, l’olio essenziale di salvia officinale stimola le secrezioni pancreatiche e biliari e ha un effetto benefico in caso di un moderato eccesso di colesterolo nel sangue. Viene impiegato per alleviare i disturbi legati ai cicli mestruali, come mestruazioni dolorose e cicli irregolari, grazie alle sue proprietà emmenagoghe, nonché per l’attività estrogenica, che regola i cicli mestruali e allevia i disturbi legati ai cicli mestruali e alla menopausa, come le vampate di calore.

A questo scopo, si utilizza diluito in olio vegetale per massaggi sulla parte bassa dell’addome e della schiena. L’olio essenziale di salvia officinale pare sia inoltre in grado di facilitare il dimagrimento e di migliorare l’aspetto della pelle a buccia d’arancia.

Idrolato

Salvia

L’idrolato di salvia (o acqua di salvia) è il prodotto secondario che si ottiene dalla distillazione in corrente di vapore delle foglie di salvia

Grazie a questo procedimento, che avviene grazie a un alambicco, si ottengono l’olio essenziale e l’idrolato di salvia. L’idrolato di salvia viene utilizzato per via interna e esterna per armonizzare il sistema nervoso, regolare la traspirazione, moderare l’appetito, favorire la digestione e la diuresi e abbassare i livelli di colesterolo nel sangue.

È inoltre indicato per ripristinare la funzione epatica, per rafforzare la flora batterica intestinale e vaginale, per favorire l’espettorazione, per curare affezioni della bocca e per calmare i sintomi premestruali e legati alla menopausa, come crampi, vampate di calore, gonfiore alle gambe e alle caviglie.

In cosmesi è utilizzato per combattere i problemi della pelle grassa, per restringere i pori dilatati e per eliminare le impurità della pelle legate al ciclo mestruale poiché aiuta a equilibrare la secrezione di sebo da parte delle ghiandole sebacee. Per le sue proprietà antiossidanti contro i radicali liberi, l’idrolato di salvia si utilizza anche nelle creme dedicate alle pelli mature a cui restituisce vitalità e luminosità.

È un ingrediente inserito nella formulazione di creme deodoranti per mani e piedi poiché ha azione antibatterica e pare sia in grado di regolare la traspirazione.